Bioenergetic Landscapes

L’uomo, gli animali e le piante sono sensibili ai fenomeni chimici, fisici ed elettromagnetici che sono presenti naturalmente sul nostro pianeta e che, in sintesi, ci fanno vivere. A loro volta gli esseri viventi emettono deboli ma specifici campi bio-elettromagnetici che possono essere misurati.

Il BIOENERGETIC LANDSCAPES è una tecnica innovativa per progettare e realizzare parchi e giardini “bioenergetici” (Bioenergetica: disciplina che studia la relazione biologica ed energetica tra il corpo umano e l’ambiente) di particolare beneficio per il nostro organismo. Tale tecnica ha alla base un approfondito studio della relazione elettromagnetica che si può verificare per risonanza tra la cosiddetta biosfera locale, l’uomo e le piante. Sappiamo oggi che ogni specie vegetale possiede proprie caratteristiche energetiche e che in certe condizioni gli alberi sono in grado di modificare favorevolmente la qualità bio-elettromagnetica della biosfera che li circonda influendo così in maniera diversa ma positiva sul nostro organismo.

Il BIOENERGETIC LANDSCAPES studia ed utilizza i campi elettromagnetici emessi dalle piante e presenti sul luogo per modificare favorevolmente la qualità energetica della nostra Biosfera fino a decine di metri di distanza, creando aree di particolare benessere per l’organismo. L’effetto e l’intensità sui vari organi del corpo umano di questa modificazione dipendono in particolare dalle specie utilizzate e dalla loro esatta collocazione.

Soggiornare in questi spazi comporta un più intenso ed efficace recupero dallo stress ed un intenso apporto di energia vitale per l’intero organismo. 

Gli effetti particolarmente positivi sull’organismo sono stati più volte confermati dai medici dopo particolari misurazioni effettuate sulle persone con strumenti diagnostici di biorisonanza e con l’apparecchiatura di bioelettrografia GDV (Gas Discharge Visualization) del Prof. K. Korotkov, docente e ricercatore di biofisica all’Università di San Pietroburgo.

AREE BIOENERGETICHE E MISURAZIONI

Sulla superficie di 2 ettari di oliveto-frutteto della Società agricola “Il Regno Magico” sono state eseguite accurate misurazioni utilizzando la tecnica del “Bioenergetic Landscapes” (NOTA 1)
Gli studi effettuati con questa tecnica hanno permesso di scoprire che quando si presentano specifiche interazioni tra un albero e alcuni aspetti magnetici del luogo in cui esso è collocato, l’informazione energetica della pianta viene amplificata e diffusa su un’ampia superfice che si estende fino a diversi metri di distanza, chiamata “area bioenergetica”.
L’analisi eseguita ha interessato le piante esistenti di olivo, fico e mandorlo. Sono stati così evidenziati alcuni alberi capaci di ricreare aree bioenergetiche molto favorevoli all’organismo e alla nostra salute, capaci di alimentare costantemente e nella maniera più intensa possibile tutte le nostre funzioni biologiche. L’influenza benefica generata dalle piante nelle aree bioenergetiche è risultata molto elevata su tutti gli organi e funzioni biologiche prese in esame e su alcuni organi in particolare sono stati rilevati valori ancora più intensi.
Quindi la sosta e il relax in queste aree risulta estremamente utile per il nostrobenessere.

ORGANI E FUNZIONI BIOLOGICHE PRESE IN ESAME

Intestino crasso, mucose, prostata, ovaie, ossa, occhi-capelli-pelle, sistema linfatico,sistema immunitario, fegato, utero, cistifellea, sistema nervoso, stomaco, pancreas,metabolismo, sistema cardiocircolatorio, coronarie, reni, intestino tenue, duodeno,vescica, ghiandole surrenali, ipotalamo, tiroide, carcinoma (funzione contrastante), orecchio, ipofisi, timo, reumatismi (funzione contrastante).

(NOTA 1) La validità del Bioenergetic Landscapes è stata più volte confermata da misurazioni effettuate sul corpo umano con apparecchi di Biorisonanza e con la Bioelettrografia GDV del Prof. V. Korotkov, una delle più avanzate tecniche di misurazione biologica esistenti. Molto recentemente altri raffinati apparati di indagine sono stati usati per evidenziare graficamente le modificazioni a livello di infrasuoni (TRV) e di frequenze elettromagnetiche
(FUTURA Camera Device) generate in certe condizioni dalle piante e dalla loro interazione col corpo umano, così come evidenziato da questa tecnica.

X